Agenzia per il Triveneto di

                     Strumentazione Scientifica

Analizzatore Automatico di Amminoacidi BIOCHROM

distribuito

in Italia da

Sono varie le modalità analitiche che possono essere utilizzate per analizzare gli aminoacidi, l'Analizzatore Automatico di Amminoacidi Biochrom 30+ però a differenza delle altre, tra cui l'HPLC, soddisfa i requisiti della AOAC e la Direttiva UE 98/64/CE della Commissione per l'analisi di aminoacidi da alimenti, mangimi, fertilizzanti e prodotti caseari.

Modelli disponibili:

Biochrom 30+

Analizzatore automatico di amminoacidi al Litio (oltre 50 amminoacidi in un'unica corsa cromatografica), ideale per gli amminoacidi liberi ed i campioni fisiologici, (Patologie neonatali, scienza della nutrizione, applicazioni farmaceutiche, ecc.) ed i prodotti caseari.

Biochrom 31+

 Analizzatore automatico di amminoacidi al Sodio (oltre 24 amminoacidi), ideale per gli idrolizzati proteici ed il settore alimentare (mangimi, scienza della nutrizione, applicazioni farmaceutiche, ecc.) ed i prodotti caseari.

Biochrom 32+

Analizzatore automatico di amminoacidi al Sodio(oltre 24 amminoacidi, in particolare Metionina e Cisteina separate), ideale per gli idrolizzati proteici ossidati, applicazioni principali nel settore alimentare (mangimi, scienza della nutrizione), applicazioni farmaceutiche, ecc

 

Segnaliamo le principali novità introdotte con la nuova versione:

Nuovi metodi rapidi per l'analisi degli amminoacidi (Litio) con cromatogramma da 90 minuti per 48 amminoacidi, programma che consente di risparmiare un ora (iniezione-iniezione) rispetto ad i metodi classici di lavoro.

Nuovi metodi rapidi per l'analisi degli amminoacidi (Sodio) con cromatogramma di 40 minuti per 24 amminoacidi, programma che consente di risparmiare il 33 % del tempo di analisi

Nuovo autocampionatore refrigerato e coimbentato.

Sensibilità analitica migliorata.

Migliore riproducibilità per area e tempo di ritenzione.

Il Biochrom 30+ è uno strumento dedicato all’analisi quantitativa e qualitativa di tutti gli amminoacidi di maggiore interesse, utilizzando una cromatografia a scambio cationico con derivatizzazione post colonna impiegando Ninidrina. I dati analitici sono elaborati utilizzando il software per cromatografia EZChrom.

L’analisi degli Amminoacidi è una delle più importanti applicazioni nel campo della Cromatografia Liquida. Il suo impiego va dal controllo qualità di routine fino ai progetti di ricerca medica, dove è comunque richiesto un elevato grado di accuratezza e riproducibilità nelle analisi.

Biochrom con oltre 25 anni di esperienza nel settore, propone il modello BIOCHROM 30+ che riunisce e sfrutta l’esperienza e la conoscenza dalla società per risolvere le esigenze e le problematiche degli utenti.

Il BIOCHROM 30+ è un analizzatore completamente automatico, progettato specificatamente per l’analisi degli Amminoacidi ed in grado di ottenere risultati accurati e riproducibili.

 

I punti di forza del sistema sono:

  • Sistema e Metodo costruiti sulle specifiche fornite dal cliente
  • Alto livello di Tecnologia Applicata
  • Sistema completamente inerte
  • Sistema autodiagnostico per i malfunzionamenti
  • Controllo completo del sistema tramite Personal Computer
  • Queste importanti considerazioni sono alla base dell’approvazione da parte della FDA, che consente la commercializzazione dello strumento anche negli Stati Uniti

 

L’Analizzatore di Amminoacidi Biochrom 30+ è progettato per garantire analisi quantitative accurate di miscele di Amminoacidi. Il principio alla base del metodo d’analisi è una cromatografia in flusso continuo sviluppata da Spacman, Moore e Stein nel 1958, perfezionata e migliorata da Biochrom per ottenere un sistema di analisi completamente automatico, molto veloce e sensibile.

Quest’unità usa la più moderna tecnologia per ottenere velocemente risultati accurati e riproducibili con il minimo coinvolgimento dell’operatore. Il software di controllo sovrintende le varie operazioni dell’analisi, monitorando i diversi parametri di controllo, fornendo indicazioni anche su eventuali malfunzionamenti del sistema (Sistema di autodiagnosi).

Il pacchetto Biochrom 30+ è composto da 4 unità operative, una relativa all’elettronica, una al sistema di pompaggio, una al sistema di rivelazione ed infine quella relativa all’autocampionatore automatico con controllo automatico della temperatura a Peltier.

 

Inoltre il sistema è fornito con:

  • Colonna analitica in Resina per separazione degli Amminoacidi
  • Precolonna
  • Sistema Operativo completo di interfaccia
  • Reagenti e standard di calibrazione
  • Software EZChrom di controllo/acquisizione per Biochrom 30
  • Reagente Ninidrina e Soluzioni Tampone
  • Manuale di Istruzioni
  • Pacchetto di Attrezzi per le operazioni di prima necessità
  • Pacchetto di Accessori e Consumabili
  • Cavi di Alimentazione

Principio Operativo

Cromatografia Ionica con derivatizzazione post-colonna

 

Il campione, contenente una miscela di Ammino Acidi, è iniettato in una colonna in resina a scambio cationico, gli eluenti (Soluzioni tampone a differente pH e forza ionica) vengono pompati attraverso la colonna separando i diversi Ammino Acidi in base alle affinità specifiche con la fase mobile e la fase stazionaria.

La temperatura della colonna è controllata attentamente e può essere modificata secondo le specifiche necessità della separazione che si vuole ottenere.

La miscela eluenti-campione è fatta reagire con Ninidrina, in uno specifico reattore ad alta temperatura.

Nel reattore la Ninidrina reagisce con gli amminoacidi presenti nell'eluato, formando un composto colorato.

L'intensità del composto colorato (Amminoacido+Ninidrina) prodotto è direttamente proporzionale alla quantità di amminoacido presente.

Dal reattore, la miscela eluato/amminoacidi+Ninidrina è sospinta verso il rivelatore fotometrico, dove ogni composto colorato (Amminoacido+Ninidrina) è quantificato tramite la misurazione della quantità di luce assorbita.

L'Assorbanza è misurata a due lunghezze d'onda (570 e 440 nm) poiché alcuni amminoacidi, legati con la Ninidrina, assorbono a 440 nm mentre altri assorbono a 570 nm.

Il segnale in uscita dal fotometro è inviato ad un sistema di integrazione che raccoglie il cromatogramma e calcola la concentrazione degli amminoacidi, visualizzati come una serie di picchi.

Il tempo di ritenzione del picco, identifica l'amminoacido dal punto di vista qualitativo, mentre l'area dello stesso è utilizzata per ricavarne la concentrazione.

Per avere un'analisi precisa, il sistema deve essere calibrato con una miscela di amminoacidi standard, da cui si possono ricavare in un secondo tempo i dati relativi al nostro campione.

Dopo ogni analisi, la colonna viene rigenerata con una base forte seguita dalla soluzione "Tampone 1" che riequilibra la colonna prima della successiva analisi.

Tutte le operazioni vengono eseguite AUTOMATICAMENTE dal Biochrom 30+, l'operatore ha solo il compito di visionare le funzioni e i parametri tramite il software di controllo.

 

Il sistema è fornito con diversi metodi analitici (Programmi standard) che contengono tutte le informazioni necessarie ad eseguire le analisi come:

  • La scelta delle soluzioni tampone avviene tramite il controllo delle valvole per la formazione del gradiente
  • I parametri di controllo della pompa per le soluzioni tampone e la pompa per la Ninidrina
  • I parametri per l'iniezione dei campioni
  • La temperatura del reattore e della colonna
  • Il tempo di analisi
  • I parametri di acquisizione ed integrazione del cromatogramma

 

La parte elettronica dello strumento è protetta con diversi sistemi di sicurezza. Il Biochrom 30+ è composto da due unità separate:

  • Unità di gestione degli eluenti
  • Unità Autocampionatore

 

In relazione alle metodiche di preparazione del campione e dei relativi risultati analitici segnaliamo:

Amminoacidi Liberi: è possibile determinare gli amminoacidi liberi, senza alcuna idrolisi, è necessario solo una deproteinizzare del campione.

Amminoacidi Totali mediante idrolisi acida: determinazione di 15 amminoacidi

Triptofano non determinabile per la perdita durante l’idrolisi

La coppia Metionina/Cistina è determinata come somma dei due amminoacidi (causa sovrapposizione)

Glutammina determinata come somma di Glutammina/Acido Glutammico

Asparagina determinata come somma di Asparagina/Acido Aspartico

Idrolisi basica per la determinazione del Triptofano: determinazione totale del triptofano tramite idrolisi basica.

Ossidazione più idrolisi acida: Metionina e Cisteina separate

 

Il tuo contatto diretto      -

con il Produttore         -

 

TreVenLab   di Ferruccio Sembiante -   Via Pietro Liberi 19c  35132 Padova (PD)   tel. 049-8643590  338-6847468  P.I. 04556670281

Agenzia di rappresentanza di aziende che operano del settore della strumentazione scientifica e prodotti chimici per laboratorio

Operiamo prevalentemente in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige

provincie di Padova Vicenza Verona Treviso Venezia Rovigo Belluno Trento Bolzano Udine Trieste Gorizia Pordenone  
Agenzia per le provincie di Padova Vicenza Verona Treviso Venezia Rovigo Belluno Trento Bolzano Udine Trieste Gorizia Pordenone  

Agenzia per il Triveneto di

Strumentazione Scientifica

Il tuo contatto diretto

con il produttore

Agenzia per le provincie di Padova Vicenza Verona Treviso Venezia Rovigo Belluno Trento Bolzano Udine Trieste Gorizia Pordenone